10/01/17

VI RACCONTO LA MI STORIA




Sarò  molto sincera, sono super felice, ed emozionata di scrivere questo post. Quest'anno, il 2017, ha iniziato con  bellissimi progetti  che piano piano vi racconterò, ma questo mi sta specialmente a cuore, perché so che aiuterà a molte di voi a realizzare i vostri sogni.

L'anno scorso ho avuto la possibilità di realizzare due grande fiere, e di poter parlare con voi di persona. In tante mi avete detto che i miei post vi erano d'ispirazione e mi avete chiesto di raccontarvi la mia storia. In tante mi avete raccontato la vostra istoria, i vostri progetti, mi avete fatto vedere le cose che realizzavate a mano con tanto amore, e il sogno di che questo hobby diventi un lavoro. Per me, questi momenti, questi incontri, sono un vero dono della vita, il potere accorgiate le barriere della distanza e finalmente parlare guardandosi negli occhi, e poter conoscerci di più.  Ma capisco che molte volte uno non puoi viaggiare, lasciare tutto e partecipare a una fiera, Allora ho deciso di scrivere questo post, come si veramente fosti sedute di fronte a me a prenderci un te insieme con tanto di biscotti....forse a quest'ora ci sta meglio un Aperitivo ;)

Oggi vi racconterò l'istoria di MY WASHI TAPE, ma da poco vi ho parlato con tutto il cuore di me.... "Raccontandomi",   ho parlato della mia vita e del perché delle mie scelte in questo post, potete leggerlo QUI e cosi capirete come e perché ho iniziato questa avventura.  Ma tornando a noi, vi racconto la  storia. di questo lavoro che mi sono proprio inventata. Ho conosciuto i washi tape in un viaggio a Danimarca, e me ne sono subito innamorata. Per me erano e sono magici, si può colorare la vita e una stanza con questi nastri di carta di riso....ma sopratutto ti ispirano a essere creative, cosa che ho scoperto fondamentale per la nostra felicità! In verità tutto è venuto fuori dopo un percorso di due anni, perché penso sia fondamentale, ogni tanto fermare tutto e guardarsi dentro! Ho studiato economia, ed ero una che poteva passare giornate intere in biblioteca a mangiare i libri, si letteralmente me li divoravo, ho potevo passare un messe in pigiama senza uscire di casa a studiare. Ho lavorato in grande compagnie internazionale, e anche là tanti, tanti numeri,tanta competizione, e la sensazione sempre di essere di corsa, di dovere fare di più, di non aver fatto mai abbastanza. Dopo è arrivata la  possibilità o la scelta di viaggiare tanto, tanto,  e di  scoprire il mondo, e mi sono risa conto che la vita vera, o quella che volevo vivere era un'altra. Ma è stata la maternità a cambiare tutto dentro di me, tutte le mie scelte più profonde...e anche un forte senso di rivincita e di sicurezza che non avevo mai sperimentato prima....la sensazione di niente è impossibile si lo voglio veramente...ma alla base, sempre....la mia grande fede. La certezza che quando ci mettiamo in discussione, c'è un babbo la sopra molto in alto, che ci ascolta e ci aiuta sempre.


Torniamo a MY WASHI TAPE!! Come i washi tape o masking tape non li trovavo in Italia, ho pensato di importarli. Cosi ho scritto a  MT in Giappone e non ho dormito fino a che  non mi hanno risposto, (dopo  molta insistenza).... e alla fine sono riuscita ad avere la sua approbazione e ho    aperto un shop on line, senza sapere si avrebbe venduto al meno uno. Questo era un progetto tutto mio, (il mio marito era convinto che in Italia nessuno li avrebbe comprato),  così ho rinunciato a un viaggio in Argentina e ho utilizzato i miei risparmi per iniziare questa avventura. Ho aperto un   blog per dare anima a questo shop on line, senza quasi sapere come si realizzava un post!!

So che c'è differenza tra fare un prodotto e vendere un prodotto industriale!! Ma vi posso garantire che i dubbi al inizio sono sempre gli stessi e ci sono tante tante domande e tante paure. Mi piace sempre ricordare i miei limiti maggiore  NON MI CONOSCE NESSUNO (sono Argentina) e    IL MIO ITALIANO! (che non ho ancora superato)  Per questo sono convinta che il miglior modo di lasciare da parte le paura e i mille dubbi, ed è studiare tanto, tanto, tanto e prepararsi per fare il grande salto.

Quando ero piccola frequentavo una scuola di suore,  era il mio posto al mondo! Ero felice.  Ma sopra tutto mi hanno lasciato il dono, uno dei miei valori più grande, ( a parte la fede!) che è quello di  CREDERE NELLA COMMUNITY. Ho sempre studiato in gruppo fino ai 17 anni, ci sedevano in gruppi da 8, perché tutti abbiamo doni diversi da condividere, perché è solo nella condivisione che ti realizzi e cresci, e i tuoi doni si moltiplicano insieme agli altri. So che può sembrare un discorso retorico, ma è vero. Ed è per questo che credo tanto nel progetto di ETSY perché tu metterei in giocho la tua creatività, il tuo lavoro, ed Etsy mettera a disposizione tutto il suo now hau e la sua sperienza per farti arrivare a tante persone. Ma sopratutto sarai parte di una vera e grande COMMUNITY internazionale. E dopo in questo momento di crissi, avere la oportunità di poter imparare senza dovere spendere in qualche corso, trovo che sia meraviglioso. E vi dico che in prima persona realizzero questa esperienza, mi piacerebbe avervi come compagni di viaggio!!Che ne dite?


Vi aspetto giovedì  12 gennaio per parlare e approfondire di questo progetto e per comunicarvi una bellissima sorpresa, per chi aprirà un negozio con Etsy!!

ETSY RESOLUTION
ttps://www.etsy.com/resolution


Ci vediamo giovedì per continuare a parlare di Etsy!
que tengas un lindo dìa
God bless you
Anabella
my washi tape




4 comentarios:

  1. Ciao Anabella, bellissimo leggerti, si percepisce tutta la bella persona che sei! Vedo che non è stato facile neanche per te con la famiglia lontana, hai dovuto trovare da te la forza per andare avanti e questa forza sono i tuoi bambini. Ovviamente il mio percorso è diverso ma è da quando sono diventata mamma che mi sono riscoperta creativa e da allora non ho più smesso.Sto cercando di dare una struttura a tutta questa creatività e così è nato Rosa e Turchese che sta diventando il mio lavoro. Spero con Etsy di migliorare di riuscire a trovare un posto nel mercato.Ti seguo sempre e ti abbraccio,
    Valeria

    RispondiElimina
  2. Qué lindo es volver a leer tu historia Ana. Me la contaste personalmente cuando nos vimos por primera vez y no me olvidé más. Quizas fue una de las cosas que me animó a dejar la comodidad de un trabajo fijo (que obviamente no era para mi) para enfocarme en Ninots. Me está costando, estoy en la etapa de miedos varios, pero leo mucho a quienes ya vienen recorriendo el camino, y eso me ayuda mucho. Gracias!

    RispondiElimina
  3. Leggerti ti da la carica, la carica per credere nei propri progetti ed in se stessi.... la carica per non aver paura ed avere quel pizzico di follia per credere in se stessi e decollare! È bello sapere che c'è chi riesce a realizzare i propri sogni, da energia e speranza per continuare e sfruttare le proprie capacità!!!!!

    RispondiElimina
  4. Una bella storia piena di sogni che si stanno realizzando, incontrando tante persone e condividendo ciò che siamo e ciò che facciamo. Poi la fede per te e per me è la base di tutto. Un abbraccio.

    RispondiElimina

 
Pin It button on image hover