18/05/18

PERCORSO CREATIVO | LETTERA A ME STESSA | PICCOLI PASSI




PERCORSO CREATIVO | LETTERA A ME STESSA


Il primo esercizio di questo percorso è una lettera per noi, una lettera che deve venire dal profondo del cuore, una lettera che non dovrà leggere nessuno….solo noi. Questo è per me, un esercizio molto caro, la prima volta che mi sono scritta una lettera, lo ho fatto a 10 anni, è stato un esercizio che ci ha fatto fare la mia maestra  di quinta elementare. Ricordo ancora, il mio banco di legno, il sole che entrava per la finestra, e le parole della maestra Francisca: -  “Questo è un esercizio molto importante, nessuno leggera questa lettera, la dovrete scrivere con il cuore, anche con dolcezza e amore, perché è dedicata alla parte più vera ….alla vostra anima” . L’importanza di questo momento è segnata nei miei ricordi di infanzia, dove ha 10 anni, ho iniziato a sentire che la mia piccola donna, veniva fuori. E ho capito quanto era importante prendersi cura di noi stesi e della nostra anima.

Mi permetto di darvi qualche piccolo suggerimento per questo momento. Prima di tutto, scegliete la vostra illustrazione preferita e stampatela….dopo scegliete un posto confortevole a casa, il vostro divano preferito, il letto, o forse preferite stare fuori in giardino o nel parco. Si siete a casa, preparatevi un te con qualche dolcetto, mettete buona musica, quella che vi permette di rilassarvi….molte volte le parole di una canzone arrivano diretto al cuore….le note di una canzone ci trasmettono emozioni che il nostro cuore e la nostra mente decodificano secondo il nostro vissuto e ci permettono di arrivare ancora di più in profondità nella nostra anima e aprire quella porta secreta, chiusa per tanto tempo.

LINK per scaricare l'illustrazioni CARTA A ME STESSA OGGI



LETTERA A ME STESSA NEL FUTURO

Immagino già la vostra espressione….una lettera a me stessa nel futuro? Invece qui viene la parte più bella anche più creativa…ma forse anche la più profonda. Perché dovrete chiedervi, come veramente vi vedrete nel futuro, quali sono i progetti più importanti, quale sono le cose che ancora non avete fatto, ma che ci tenete a fare. Questa lettera, per me è tanto speciale, perché è un mix, tra scrivere le pagine del nostro diario, e i  obiettivi per i prossimi 5 anni, ma senza l’aspetto analitico dei numeri, togli secondo me anche i sensi di colpa per le cose che ancora non abbiamo fatto. (Da anni mi propongo di imparare bene il inglese, e non vi dico quanto sono arrabbiata con me per questo!)
Già vi dico, che anche se vi lo presento come un piccolo esercizio, è una esperienza profonda. E sono sicura che sarà ancora più forte, quando fra cinque anni leggerete questa lettera. Quindi mi raccomando, non farla di fretta, prendetevi i vostro tempo,  e scrivetela con tanto amore.
Per iniziare, è importante realizzare questa lettera a mano e non al computer. Scrivi la  data di oggi. Immaginatevi tra 5 anni,  immaginatevi dove vorresti essere. Puoi farti anche qualche domanda del tipo: - Hai fatto quello che dovevi fare per compiere i tuoi obbiettivi? Cerca di essere il più ampia possibili, scrivere su più campi, sogni, famiglia, amici, spiritualità, lavoro, viaggi ecce cc., ma anche sul tuo contributo al mondo. Quando hai  finito,  chiudi la lettera in una busta, e lasciala in un posto sicuro, in modo di poter trovarla fra 5 anni e che non finisca per essere dimenticata.

Vi  lascio un suggerimento con  un’idea che trovo molto  interessante. Dopo di avere scritto la vostra lettera a mano, potete entrare su http://www.futureme.org/ c’è la possibilità di scrivere una lettera e farsela recapitare nella data che sceglierete. Nel nostro caso fra 5 anni. Cosi siete sicure che questa lettera non andrà persa.

LINK per scaricare l'illustrazioni LETTERA A ME STESSA DAL FUTURO



LINK per scaricare l'illustrazioni PICCOLI PASSI


Vi presento l'illustratrici della prima settimana, un GRAZIE super speciale per ogni una di loro, questo progetto non sarebbe stato possibile, senza il loro, SI, il loro talento e il tempo e l'amore che hanno messo in realizzare ogni una delle illustrazione.


MARTI NUT    MARTINA TONELLO
Instagram  www.instagram.com/marti_nut/
Sito            martinut.weebly.com/
Etsy           www.etsy.com/it/shop/martinut

LE PAPIER   LAURA CORAZZIN
Instagram   www.instagram.com/lepapier_graphicdesign/
Sito             www.lepapierdesign.it/

I COLORI DI LAURA    LAURA CORTINOVIS
Instagram   www.instagram.com/icoloridilaura/
Sito             www.icoloridilaura.it/

L'ILLUSTRATRICE  ALICE PISPOLI
Instagram  www.instagram.com/alicepispoli/
Sito            www.lillustratrice.com

ALICE NEGRI
Instagram  www.instagram.com/marlavonduta
Sito           www.alicenegri.altervista.org/index.php/


Mi auguro di cuore, che questo percorso creativo  vi done  qualcosa di speciale,
e sia il inizio di una nuova fase per ogni una di noi. E' stato tutto fatto
con tanto amore...e sono convinta che le cose fatte con 
il cuore, ci portano lontano!

que tengas un lindo dìa
God bless you!
Anabella
my washi tape
xoxo



11/05/18

PERCORSO CREATIVO | FLOW IN ITALIANO




Sono super felice di presentarti, questo Percorso Creativo di sei settimane che realizzeremo insieme. E’ un’idea che ho da tanti anni,  da quando per prima volta nel mio blog, vi avevo parlato del libro di Julia Cameron, la Via dell’Artista, ma che alla fine non ho messo mai in pratica.

Sarò molto sincera, perché ti sto scrivendo come chi scrivi a una cara amica. Non so perché non ho mai finito gli esercizi della Via dell’Artista, forse perché su certe cose non era totalmente d’accordo, forse perché non sono una persona costante, forse perché ci costa cosi  tanto dedicare tempo a noi stessi per guardarci dentro, forse perché ogni tanto abbiamo bisogno di qualcuno che ci prenda per mano e ci guidi o semplicemente ci faccia compagnia, e ci dica, non preoccuparti ci sono io.
Chi mi segue da tempo, sa quanto credo nella community, e nella forza delle donne quando si uniscono. Per questo ho pensato che sarebbe stato molto bello realizzare questo percorso creativo tutte insieme. Ho sentito che era arrivato il momento giusto, è che la community di Flow, si meritava che prenda tutto il mio coraggio e il mio tempo per lanciare un progetto cosi ambizioso. Un progetto che ha due finalità molto belle, è molto importanti.  Una,  che sarà tesoro per ogni una di noi, ci permetterà di guardarci dentro e ci lascerà  come donno una specie di “Flow Journal” realizzato a posta per noi con tanto amore, da  illustratori piene di talento. Ma  ci permetterà anche,  di fare crescere  la nostra community attorno al   hashtag #flowinitaliano, per lottare ancora con più forza per il nostro sogno di avere un giorno, una edizione italiana di questo giornale cosi speciale,  che celebra la creatività e le imperfezione della vita, ma da un spazio importante anche alle piccole cose, per me fondamentale nel percorso verso la nostra felicità.

Prima di continuare, vorrei fermarmi un attimo, per ringraziare di cuore a questo gruppo d’illustratori super talentosi. Vorrei ringraziarli per il loro SI, per il loro tempo, e per le bellissime illustrazioni che ci hanno proposto, che faranno si che questo percorso creativo sia veramente unico è speciale!

Forse qualcuna  di voi si starà chiedendo cosa è un percorso creativo?  Mi piace pensare all’idea di un viaggio che realizzeremo tutte insieme, di sei settimane, con semplici esercizi che saranno una specie di guida, accompagnati di bellissime illustrazioni. Un percorso che avrà un itinerario definito e chiaro, ma che ogni una di noi farà unico e personale. Per questo ogni venerdì,  potrai  scegliere fra varie  illustrazione   quella che ti rappresenta di più per realizzare il esercizio proposto della settimana. E’ un percorso creativo, quindi a che vedere con la nostra creatività e la nostra essenza, come diceva Albert Einstein, “L’arte è l’espressione del pensiero più profondo nel modo più semplice”…..in questi giorni, noi ci permetteremo di cercare dentro di noi, nel nostro pensiero più profondo, ma nel modo più semplice, perché venga fuori la nostra voce interiore senza paura di essere giudicati, senza ansie di prestazioni. Saremo semplicemente noi stessi.

Sarò felice di realizzare questo percorso con te,
Anabella.

Pd: Ogni uno di noi è unico e irripetibile, ogni uno di noi è un dono. Abbiamo caratteristiche e potenzialità proprie,  abbiamo  sogni e aspettative diverse, ma soprattutto abbiamo  un percorso di vita  personale, fatto di gioie e dolori, di speranze, certezze e sentimenti, che ci rende ancora più unici. Ogni uno ha le sue capacità, le sue abitudine, le sue credenze….ma sono convinta che tutti noi abbiamo bisogno degli altri. Ma  sono ancora  più convinta   che tutti noi, possiamo dare qualcosa, il nostro contributo per arricchire la vita di chi percorre con noi parte di un percorso. E nell’altro, insieme all’altro che spesso si ci scopre più forti, più autentici, più generosi, più felici.
Questo percorso creativo è solo una guida….fatta dalla mia esperienza, ma siete voi le protagoniste….e sono convinta, che siete voi   che darete un senso a tutto.

PARTENZA
VENERDI 11 MAGGIO

Questo venerdì 11 di Maggio inizia ufficialmente il nostro Percorso Creativo. Per dare il via, ci sarà un incontro a Roma, con un gruppo di blogger e illustratrici, per parlare un po’ di creatività e presentare ufficialmente l’illustratori.  Realizzeremo una diretta alle 11:30
Il  primo esercizio che da il via al tutto, e molto semplice, ma all’stesso tempo molto importante. Dovremo scriverci una lettera a noi stessi oggi, dopo dovremo scriverci una lettera a noi stessi nel futuro. Ma il esercizio che mi piace di più…è scrivere una lista di piccoli passi, che ci permetteranno di arrivare hai i nostri sogni, alla donna, mamma, moglie, figlia,  amica, che vogliamo essere nel futuro.
Ogni venerdì, dovrete scaricare e stampare le vostre illustrazioni. Realizzare l’esercizio della settimana, e   pubblicare una foto, con la vostra illustrazione preferita, o con l’esercizio che avete fatto,  con l’hashtag #flowinitaliano #percorsocreativo2018. Si non state realizzando il percorso creativo, ma vi sentite parte della community di #flowinitaliano,  potrete   rispostare le foto dell’illustratrici della settimana, per sostenere la nostra causa, e fare crescere ancora di più la nostra community.
Si pensate che questo percorso possa aiutare anche a qualche amica, vi lascio la mia mail, dove potranno scriverci per avere l’illustrazione una settimana prima che siano pubblicate! Mail: hello@anabellaveronesi.it

Un piccolo consiglio, non lasciare che gli imprevisti o gli impegni della vita quotidiana non vi permettano di avere un piccolo spazio di tempo tutto vostro per realizzare gli essercizi!
Ci vediamo più tardi nella diretta, in tanto un abbraccio grande a tutte. Grazie di cuore per essere qui, e buon Inizio…
Anabella




que tengas un lindo dìa
God bless you
Anabella Veronesi
My washi tape
xoxoxo





07/03/18

LA MIA CASA | SECONDA PARTE





Piove a Roma. Ho appena preparato una tazza di te per iniziare a scrivere questo post, che avrei dovuto scrivere settimana scorsa! Alla fine sono sempre in ritardo.... sempre di corsa...ma sapete? Mi piace sempre di più scrivere qui nel blog....è diverso da Instagram,  c'è un'intimità differente. So,  che si  siete qui,  e perché avete voglia di leggermi.

C'è stato un prima e un dopo al mio viaggio in Giappone, un giorno vi racconterò di più, perché anche quella è una bellissima istoria. Sono tornata a casa, cambiata, più consapevole,  dei miei desideri, dei miei sogni, e  che questi possono realizzarsi. Più consapevole che dentro di me abitava un spirito creativo, che aveva bisogno di esprimersi. Così ho presso coraggio e ho raccontato a Andy, che la mia casa non mi rappresentava, che i legno scuro, anche si pregiato,  di finestre, porte e pavimento, mi opprimeva....che avevo un profondo  bisogno di questo cambiamento.

E così,  due estate fa,  ha iniziato la  prima grande trasformazione.  Il primo passo è stato   togliere   la vecchia tappezzeria e la moquette. Con questo primo gesto deciso, tutto ha acquistato nuova vita. La casa era  decisamente più luminosa,  Largo al bianco su parete, finestre, porte e perfino sul  parquet, con un resina speciale . Questo ha creato una base neutra  da cui partire, per sbizzarrirmi  con nuove idee.

Ma in principio  non abbiamo cambiato nessun mobile.  Erano tutti pezzi che avevano un valore affettivo per la famiglia di Andrea.    Ha un certo punto ho capito che da sola, non sarei riuscita ad andare avanti.    Così ho iniziato a pensare seriamente alla proposta che mi aveva fatto Giusi, di realizzare un PRIMA E UN DOPO...per Casa Facile.

E' stata una esperienza  incredibili, veramente bellissima. Lavorare con Cristina Gigli  puoi....che dirvi, un sogno!!!  Ci siamo divertite, siamo andati in giro per Roma, scoprendo  tanti negozi  con soluzione di design a portata di tutti. In vero stile  Casa Facile.      Fra aperitivi e incontri a casa, gli ho raccontato a Cristina, la storia della mia casa, quello che avrei voluto cambiare...da dove volevo partire.

Cosi,   gli ho raccontato, come nel'ultimo viaggio a Parigi, a  MAISON & OBJET , mi sono innamorata di una poltroncina rosa, e della nuova collezione di LA CERISE SUR LE GATEAU .  Li ho raccontato, come questo cambiamento   della casa, in verità rifletteva un cambio più profondo personale.  Un cambio che sarebbe arrivato anche al mio blog, un cambio pensato da tempo.

Vi capita di sognare a occhi aperti...a me si. Quando ho visto la poltroncina rosa, mi sono immaginata seduta lì, con una bella tassa di te in mano, mi sono immaginata sorridente e felice. Ho immaginato cosi la fotografia per il post, dove come a una amica, vi avrei raccontato tutto questo cambiamento, che finalmente dopo molto tempo veniva alla luce.

E così,  da questo rosa e oro, che in questo momento mi rappresenta, è partito tutto!! Con un gran desiderio di raccontarmi di più, ma anche di dare un'anima a questa casa, più vicina alla mia. Questa casa, che nel'anni ho imparato ad amare, questa casa che è il mio rifugio, il mio posto al mondo. Questa casa, dove vedo crescere i miei figli, questa casa un po aperta a tutti, a gli amici italiani, ma anche alla mia famiglia e amici che vengono dall'argentina. Una casa con un cuore grande...e con le porte sempre aperte!

In questo grande cambiamento non potevano mancare i washi tape. Ho sempre pensato  che sono sottovalutati, non sono solo,  scotchcini d'utilizzare   a Natale.  Sono un prodotto meraviglioso, giapponese,  di grande qualità  che ci permette  di cambiare e decorare la nostra casa, spendendo pochissimo.  Come già sapete,  credo tantissimo nella community e nel lavoro di gruppo. E cosi,   per questo progetto ho lavorato    insieme a  Cristina  e Silvia,  gli ho proposto tante idee  che avevo sviluppato negli anni! Sono super felice del risultato che è venuto fuori,  Quindi un grazie speciale a  GiusiCristina   Silvia  e ovviamente un grazie speciale a il nostro fotografo Giandomenico. E' stata una esperienza meravigliosa che mi è arricchita, sicuramente e  l' inizio di nuovi progetti. (adesso chi mi ferma!!)








Siete curiose, volete vedere di più....allora sono super felice di invitarvi a comprare l'ultimo numero di Casa Facile !! E dopo aspetto qui sotto tutti i  vostri commenti e guarda che ci tengo tantissimo!!!

que tengas un lindo dìa
God bless you!
Anabella
my washi tape
xoxoxo

22/02/18

LA MIA CASA | PRIMA PARTE


La mia casa, ci è voluto un po' perchè inizi a parlare della mia casa. Ma è arrivato il momento giusto per farlo, perché come molte di voi, già avete notato, sarà la copertina del prossimo numero di Casa Facile!! Guauuuu......

Inizio a raccontarvi questa breve istoria, con questa foto che ha scattato la mia amica Ishtar, l'anno scorso quando stava a Roma per fare il nostro corso STYLE YOUR MAGIC.

Ho sempre sognato fin da piccola, una casa tutta mia. La ho sempre immaginato in stile francese, di parete bianchissime, tante finestre, e come pavimento un parquet di rovere chiaro a strisce larghe. Ovviamente la ho sempre immaginato a Buenos Aires, nella mia zona preferita, quelle strade intorno   a Piazza Vicente Lopes, Recoleta.

Ma la vita, come sapete già, molte volte stravolge i nostri piani. Così il mio grande amore lo ho trovato a Roma,  e ho dovuto lasciare da parte,  i miei sogni di un appartamento stilo francese, su una delle piazze più belle di Buenos Aires.

Il mio amore, Andrea, che dopo si è trasformato in mio marito. Aveva una casa tutta sua,  una casa con un'istoria e una personalità forte. Una casa con la quale ha un legame fortissimo, perché è la casa che ha costruito il suo papa Remo. è che adesso non c'è più.

Sono intrata in punta di piedi in questa casa, per rispetto a questo grande legame. E ho vissuto cosi, in punta di piedi per tanti anni....non sentendola mia. Era semplicemente la casa di Andy....bellissima, romana, con pezzi di antiquariato, ma che non mi rappresentava. Ma  la verità,  e che  non avrei  saputo come cambiarla, come farla mia.

In quel anni,  la mia vita era talmente piena della gioia di essere mamma di Tomy, dei nostri viaggi e spostamenti vari, che non ci ho fatto tanto caso. Vivevamo sei messi dell'anno in Italia, e sei messi fra Buenos Aires e Brasile, per una serie di eventi fortunati nel lavoro di Andrea. Che dirvi ero talmente felice, che l'idea della casa era rimasta in secondo piano.


 Nel 2011, è arrivata Giulia, Tomy ha iniziato la sua prima elementare, e la mia vita è cambiata. Non più viaggi lunghi, non più quella sensazione di essere parte di due mondi, di avere la pienezza totale: la mia Argentina, gli amici, la famiglia....è la nuova vita Italiana piena di scoperte è Amore. Non è stato facile, l'infinità felicità di essere Mamma di nuovo ha coperto  per un po, la sensazione di vuoto, che dopo si è iniziata a fare sentire....è quel vuoto prendeva un po' della mia gioia.  Ma il resto dell'istoria, penso che la conoscete già.... e si no vi la racconto in questo post   QUI, dal titolo  RACCONTARMI.


Un giorno ero a Milano   per un incontro blogger,  e  Serena mi  ha chiesto: - Anna, perché non pubblichi MAI, nel tuo blog, fotografie della tua casa?   Ho risposto d'istinto senza pensarci: - Perché non mi rappresenta!  -Silenzio-  Esattamente un anno dopo nel viaggio con Giusi a Giappone, (avevamo  12 ore a disposizione par parlare di tutti argomenti possibili )    e  venuto fuori nuovamente l'argomento. Con quel modo caratteristico  che ha il nostro direttore,   dolce, con un sorriso,  ma diretto, mi ha detto: Ma  dai Anna, quando finirà quest'istoria che la tua casa non ti rappresenta?....Dobbiamo fare qualcosa! Ma  non saprei proprio da dove iniziare, ho risposto....



Il resto dell'istoria vi lo racconto nel prossimo post! Mi sembra che questo e già abbastanza lungo e non vorrei annoiarvi! In cambio vorrei sapere, per chi ha voglia di raccontarsi, di come è l'istoria con la vostra casa!! Mi piacerebbe tanto ascoltarvi....


que tengas un lindo dìa
God bless you!
Anabella
my washi tape
xoxoxo











13/02/18

DIY GHIRLANDA PER SAN VALENTINO





Siamo ufficialmente nella settimana più romàntica dell'anno. Sarò sincera, non mi piacciono le feste commerciali, e a tutti gli effetti San Valentino lo è diventata, è in tutto il mondo si dedica questo giorno per festeggiare l'amore. Ma, mi domando....veramente è l'amore al primo posto?. O diventa una corsa al regalo perfetto o a la cena romàntica in restauranti affolati.  Allora ho pensato di dare un senso tutto mio a questa festa, perchè comunque è sempre bello festeggiare l'amore. E avere piccoli rituali che rompano con la nostra quotidianità....sopratutto e fondamentale per i bambini.

Cosi ho pensato di proporvi una guirlanda molto semplice, ma di efetto! Ma che in più ci permetta di regalare " RICORDI - EMOZIONI- DETTAGLI- STORIE- FRAMENTI DI VITA " Una ghirlanda composta di  fottografie  d'attimi rubati e delle persone più importanti, arrichita con dei cuore fatti da noi,  in modo super semplice. Perchè il regalo realizzato con le nostre mani, lo sappiamo ha un'altro valore. 




A forsa di conservare i nostri scatti in digitale, si è perso un po' il sapore della carta stampata. E cosi bello avere il propri ricordi da appendere. Non sono bravissima con la tecnologia, per questo non posso che essere più felice con la mia Instax share, perchè è veramente super semplice di utilizzare per stampare le foto che abbiamo nel nostro cellulare o dal computer. Ha un programma super intuitivo, ed è stata perfetta per realizzare l'idea della mia ghirlanda dei ricordi.


Lo so, che avrei duvoto presentarvi questo tutorial prima, ma vedrete è talmente facile, che lo potrete realizzare in pocchi minuti.

MATERIALI

Le vostre fotografie del cuore
Cartoncino bianco
Washi tape (preferilbimente in colore rosso per dare quel tocco romàntico di San Valentino)
Forbici
Piccole mollette di legno
Fustella a forma di cuore, ma si non avete una non è un problema, potete disegnarlo a mano su un cartoncino. Un suggerimento, le prime volta ho ussato un stampito per fare i biscotti.


Vi lascio una secuencia di fotografie con il passo a passo, come vedete e molto semplice!! E come si dici, una foto vale di più che mille parole....in più scritte da una argentina in un italiano non corretto ;)











Comunque si avete dubbi, sono qua, e sarà super felice di rispondervi qui, o in Instagram. Ma sopratutto vorrei sapere si vi è piaciuta l'idea....e cosa pensate di San Valentino?
Prometto che arriverano più DIY con progetti per Pasqua e per la Primavera...vi piace l'idea!


Buona festa dell'Amore!
que tengas un lindo dìa
Anabella
xoxoxo




19/01/18

PERCORSO CREATIVO | NON è MAI TROPPO TARDI




NON E' MAI TROPO TARDI....puo essere una frase fatta, ma per me è  una afermazione  reale....di una verità e di una forza incredibile.  Cosi ho deciso di scrivere  il mio  primo post del 2018. Con forza, energìa e positivita.

Il  blog sta per affrontare grandi cambiamenti,  non vi  nascondo che ho un po di paura. Paura  di non essere all'altezza,  o anche....che possa non piacervi il  cambio. Ma in verità è qualcosa che è dentro di me da un paio d'anni e sento che adesso è veramente arrivato il momento di fare il cambio.

L'ilusione di questo nuovo progettto che ho iniziato a ideare insieme a una grande amica  "Valentina", mi sta regalando un'emozione che non provado dai tempi dell'università, quando sentì che tutto al mondo è possibile.

Questo cambiamento è imparte grazie a ogni una di voi, che durante il  2017 mi avete regalato delle emozione fortissime, incoraggiandomi con messaggi fin troppo troppo buoni, ma che mi hanno permesso di guardarmi con altri occhi, perché molti di loro provenivano  di persone che stimo tantissimo.

Dietro Flow in Italiano, dietro questo grande sogno, è nata una community meravigliosa di donne incredibile, piene di talento, creative, positive, che credono che veramente valga la pena di  lottare per i propi sogni! Donne di ogni angolo d'Italia. E mi sento indevito con ogniuna di voi per  cosi tanto   afetto   dietro l'hastag  #flowinitaliano. Per avere acettato quest'argentina un po pazza e un po testarda che crede assolutamente che vale la pena di lottare per i nostro sogni, perché la vita e Dio fanno il resto!

In quest'ultimi  7 anni ho lavorato molto su di me attraverso un percorso spirituale, che mi ha fatto veramente crescere, mi ha permesso di guardarmi e guardare tutta la mia vita con un nuovo sguardo piu profondo e sincero, senza maschere. Mi ha permesso di affrontare le mie paura, vedere chiaramente le mie ferite. Ho anche scoperto che molte volte, sono le ferite ha creare dei blocchi che non ci permettono di arrivare veramente dove desideriamo, che non ci permettono fino in fondo di essere felici, di essere autenticamente noi stessi.

Da un paio di anni volevo  proporvi un percorso creativo, da realizzare insieme per qualche settimana, ma alla fine rimandavo sempre....forse,  mancanza di coraggio, che si nascondeva in un non ho tempo. Ma penso  che sia arrivato il momento di farlo. Diciamo che è un progetto dentro di un progetto, perché voglio coinvolgere la bellissima community di Flow e alcune  delle illustratrici che hanno participato fino adesso.  Ci sto lavoranzo ancora, ma appena è tutto pronto vi faro sapere. In tanto se vi piace l'idea di fare insieme questo  percorso che ci aiutera  a sbloccarci, a conoscerci meglio a iniziare un percorso serio che ci avvicine ai nostri sogni....aspetto i vostri messaggi...


Ho deciso che questo 2018 sarà il mio anno. L''anno della luce.  L'anno per vivere intensamente la vita come il dono prezioso che è, di vivere il mio presente con consapevolezza. Mi sento pronta per affrontare questa sfida....lo facciamo insieme?








Vi aspetto 
que tengas un lindo dìa
God bless you!!
Anabella
my washi tape
xoxoxo




04/12/17

DIY SCATOLA DI CUCITO | BOTTEGA VERDE






Quali sono i vostri ricordi d’infanzia? Se penso a quando ero bambina, tutti i miei ricordi più belli sono legati alla mia mamma. Per le feste speciali lei realizzava vestiti fatti a mano con tessuti morbidi. La ricordo seduta sul divano, accanto a lei una tazza di tè e la sua scatola da cucito in cui custodiva tessuti e filati, in attesa della giusta ispirazione.


Era una scatola rossa: all’inizio conteneva cioccolatini, poi era stata ‘riciclata’ con arte. Al suo interno io scoprivo un mondo incantato: fili di tutti colori, bottoni di madreperla, nastri, cordoncini,  avanzi di passamaneria e pizzi francesi. Passavo interi pomeriggi seduta vicino alla mia mamma: io ero impegnata a mettere a posto ogni cosa, mentre lei finiva il suo lavoro.

Quando Bottega Verde e CasaFacile mi hanno proposto di creare un post con un’idea di riciclo creativo per queste bellissime scatole regalo, ho pensato subito alla scatola da cucito della mia mamma. Mi piace molto l’idea del ‘recupero’, del dare nuova vita e allo stesso tempo di creare qualcosa di nostro, esclusivo… e bello da vedere!

Così una scatola di creme per il corpo alle mandorla si è trasformata nella mia scatola da cucito: seguite i miei consigli fai-da-te, cercherò di trasmettervi un po’ di questo mondo magico!




Occorrente

Una scatola di latta Bottega Verde
Carta da parati o carta decorata molto spessa
Tessuto di cotone
Ovatta
Carta da origami
Colla vinilica
Colla a caldo
Washi tape



Come si fa

1 - Pulisci bene la scatola per assicurati che non ci siano residui.
2 - Prendi con cura le misure dell’interno della scatola: ritaglia la carta, lasciando sempre qualche millimetro in più, e applicala sul fondo.
3 - Misura anche l’interno del coperchio, ritaglia l’ovatta e incollala con la colla a caldo.
4 - Prepara il tessuto che incollerai sull’ovatta: con la colla a caldo o con qualche punto, applica sul tessuto qualche pezzetto di nastro o di washi tape che serviranno per tenere a posto le forbici da cucito.
5 - Ora puoi incollare il tessuto sull’ovatta: avrai così un supporto morbido su cui puntare aghi e spilli in modo ordinato.
6 - Idea in più: per tenere ordinati i bottoni, puoi realizzare piccole scatole con la carta da origami.







Mi auguro che quest’idea vi sia piaciuta, io sono super felice con la mia scatola da cucito nuova!
Adesso non mi resta che provare a fare qualche vestito alla mia Giulia… Beh, forse un vestito è troppo: inizierò con qualcosa di più semplice!
Mentre aspetto l’ispirazione giusta posso prendermi cura delle mie mani con questa profumata crema alle mandorle di Bottega Verde.



 
Pin It button on image hover